Collegio dei Probiviri

Paolo Cavagnoli (Bolzano, 1937). Diploma di assistente sociale anni accademici 1957-59 presso la Scuola Superiore Regionale di Servizio Sociale E.N.S.I.S.S. di Trento. Laurea in Pedagogia indirizzo psico-pedagogico presso l’Università di Padova, anno accademico 1970. Diploma Europeo Post graduate en Travail Social Communautaire rilasciato dall’Institut Interuniversitaire dell’Action Sociale di Marcinello (Belgio) anno 1982. Specializzato in adozioni con biennio formativo a Milano con il prof. Michel Soulè di Parigi 1969. Assunto in Provincia come primo assistente sociale nel 1959. Direttore del Servizio Sociale della Provincia Autonoma di Trento fino al 1980. Responsabile operativo dell’I.P.A.I. (Istituto Provinciale Assistenza Infanzia) dal 1975 al 1985. Coordinatore socio-pedagogico della Colonia Provinciale di Miralago a Riva del Garda negli anni 1970-1989. Capo servizio Organizzazione della Pat e poi dirigente del servizio edilizia abitativa (1980-1990). Volontariato: nel 1974  socio co-fondatore della A.I.S.M (Associazione Italiana sclerosi multipla) sezione trentina; nel 1977 Socio co-fondatore del Centro di Consulenza pedagogica per bambini sordo-ciechi, attualmente vice presidente. Nel 1976 ideatore e fondatore dell’A.P.P.M. (Associazione Provinciale Per i Minori) ed attuale presidente. Per due mandati membro del Consiglio di amministrazione della Trentini nel mondo delegato ai problemi dei figli degli emigranti (1975-1985). Attività scientifica e didattica: docente di Scienze dell’Amministrazione dei servizi sociali presso la Scuola di servizio sociale di Brescia nell’Anno accademico 1981-82; docente negli anni accademici 1977-80 di Amministrazione dei servizi sociali presso la Scuola Superiore di servizio sociale di Trento. Collaboratore esterno dell’Università di Trento, facoltà di sociologia d.u. assistente sociale,  per il corso di storia del servizio sociale nell’Anno accademico 1998-99. Professore esperto della materia in servizio sociale, chiamato dal Senato Accademico, presso la Facoltà di scienze della formazione, laurea in servizio sociale, dell’Università di Trieste dal 2000 a oggi. Attività politico-amministrativa: nel 1964 eletto segretario provinciale organizzativo della Democrazia Cristiana; nel 1968 Dirigente Spes (servizio propaganda e stampa; nel 1967 Fonda il giornale di Partito Libertas; eletto membro del Comitato Regionale della D.C. Iscritto all’Ordine Regionale degli assistenti sociali di Trento e già membro del Consiglio nazionale e responsabile del Bollettino Regionale degli assistenti sociali. Iscritto all’Ordine degli psicologi di Trento. Dal 1966 iscritto all’Ordine dei giornalisti. Responsabile per varie testate televisive di rubriche su problematiche sociali. Penna d’oro del giornalismo trentino per i quarant’anni di iscrizione all’Ordine professionale. Collaboratore di varie testate e riviste scientifiche e relatore in molteplici convegni e meeting sulle problematiche dei minori e relativi interventi.

Cordelia Defant, già segretaria dell’Associazione Culturale “Antonio  Rosmini” per più di 38 anni.  Durante tale periodo ha visto avvicendarsi alla guida dell’associazione il dott. Tarcisio Grandi, il sen.  Alberto Robol, il sen. Ivo Tarolli, la prof.ssa Lia de Finis e il dott. Gianni Faustini.




Annamaria Moresco (Merano, 1930), laureata in matematica e fisica presso l’università degli studi di Padova. Insegnante alle I.T.I. di Trento ed al Liceo classico “G. Prati” fino al pensionamento.